Dal 1978 pionieri nello stampaggio di materie plastiche in coiniezione

Un’azienda è un po’ come una pianta, se cresce diventerà più grande, matura e rigogliosa; in caso contrario, non crescerà e piano piano finirà per estinguersi.

Mario Mazzilli
CEO Maspi

Storia
1978

Nasce Maspi l'azienda di stampaggio plastico 

Maspi si propone come un’azienda produttrice di articoli di arredobagno. I primi anni sono caratterizzati da una forte crescita ma anche competizione sia nazionale che estera. Per affrontare il mercato e rimanere competitivi, Maspi si è evoluta con tecnologie sempre più innovative e performanti. Nei primi anni decide di specializzarsi nello stampaggio tradizionale, a gas e sovrastampaggio. Verso i primi anni 90’ comincia la sua espansione sui mercati esteri.

1993

Primi sperimentazioni nella tecnologia della co-iniezione

L’Italia è, dopo la Germania, il paese europeo con il maggiore numero di aziende specializzate in trasformazioni plastiche (AMI Consulting, 2018). Per questo differenziarsi è stato un elemento chiave per la crescita sul mercato. Maspi, Italia intraprese verso i primi anni 90’, per prima, la strada pioneristica della tecnologia a Co-iniezione. Tecnica per i tempi ancora poco conosciuta e sperimentata.

1997

La crescita della Co-iniezione

Dopo gli anni di sperimentazione, Maspi è stata tra i primissimi che hanno portato la Coiniezione nel settore dell’arredobagno, realizzando i primi piatti doccia e copri WC. Questa differenziazione portava ad un grande vantaggio, la possibilità di utilizzare degli articoli con materiale riutilizzato e sostituire i copri WC tradizionali composti in legno e poliestere scarsamente riciclabili a fine vita. Gli articoli in Co-iniezione di Maspi erano di pari estetica con il grande vantaggio di essere completamente riciclabili.

  • La Germania diventa il maggior mercato di espansione.
  • La Co-iniezione diventa il core business della produzione Maspi.

2000

La Co-iniezione diventa il core business della produzione Maspi.

Maspi diventa famosa in Italia e non solo per la sua tecnologia e si espande con forza anche nell’arredamento, collaborando con importanti aziende e designer per la realizzazione di nuove sedute, tavoli e altro arredo per la casa e per uffici.

Annovera tra i suoi clienti aziende importanti aziende di design in Portogallo, Svizzera, Croazia, Germania, Gran Bretagna e USA. 

2010

RESTYLON, lo stampaggio plastico in Co-iniezione

L’espansione della tecnologia a Co-iniezione ha portato Maspi a crearne un brand per rafforzarne immagine e valore: “Restylon”. In assonanza con la parola “Restyle”, traducibile come rimodernare o ristrutturare, Restylon simboleggia a prima impressione proprio la sua qualità più distintiva: la capacità di utilizzare materiali di seconda vita all’interno del processo per tagliare drasticamente le emissioni di Co2.

2013

Maspi si espande e diventa leader indiscusso della Co-iniezione

Maspi si espande, aggiungendo nuovi impianti e con il suoi macchinari multistazione è in grado di realizzare fino a 6 articoli contemporaneamente. Accrescendo la sua forza produttiva diventa leader indiscusso per la tecnologia di stampaggio plastico in Co-iniezione.

Questa evoluzione e continuo miglioramento consolida sempre di più la posizione dell’azienda sul mercato.

2020

Maspi accelera la sua digitalizzazione introducendo il MES

Maspi compie un ulteriore passo in avanti, integrando all’unità produttiva il sistema MES (Manufacturing Enterprise System). Grazie ad esso, l’azienda riesce ad evitare alcuni problemi di produzione ed avere informazioni sempre più aggiornate sullo stato di avanzamento delle commesse in tempo reale. Questo insieme all’aggiunta di alcuni hardware, oltre che trasformare l’azienda da artigiana a semi industriale, ha permesso di avere informazioni costantemente aggiornate per gli stakeholders interni ed esterni, seguendo le linee guida dello sviluppo “Lean Manufacturing”.

2022

Creazione nuovo sito web e + 2000 mq 

Arrivando al presente e con uno sguardo al prossimo futuro, Maspi, continuando la sua scala verso l’innovazione e il progresso, sviluppa un nuovo sito web aggiornato ed è in fase di ampliamento della propria unità produttiva con la creazione di un nuovo capannone e l’acquisto di nuove macchine.